In Italia dieci persone sono più ricche di tre milioni di poveri

Massimo Ragnedda (Tiscali) Qualcosa non va in questo sistema. Qualcosa di profondamente sbagliato, di iniquo ed ingiusto c’è in un Paese quando 10 persone, le più ricche d’Italia, hanno un capitale pari a quello di 3 milioni dei più poveri. No, qualcosa di profondamente ingiusto e sbagliato c’è, quando in un paese democratico viene permessa questa sperequazione economica. Qualcosa non va e deve essere cambiata, subito, se non vogliamo che la situazione degeneri.  È semplicemente indegno di un paese democratico una simile disuguaglianza economica. Indegno, non conosco altri aggettivi più efficaci. Ed ancora più indegno è che in un periodo di crisi ed austerity il governo tagli i fondi per il Welfare State che permette anche a quei 3 milioni di cittadini di avere un’assistenza sanitaria gratuita o di poter mandare i propri figli a scuola. In un momento di crisi, dove aumenta la povertà, la disoccupazione e la disperazione, lo Stato deve farsi carico di chi sta indietro, di chi non ce la fa, di chi prova a sopravvivere e non, come invece sta facendo, aiutarli a buttarsi giù dal baratro. Ed ancora più indegno è che in un periodo di crisi il governo pensa a reperire fondi dalle classi più povere lasciando intatte le grandi ricchezze: il governo Monti tassa i poveri lasciando inalterati i grandi capitali.

È indegno di un paese democratico che si pensi di sanare il bilancio dello stato tagliando le pensioni e abolendo i diritti sindacali, mentre i grandi patrimoni vengono lasciati intatti. È indegno di un paese democratico che i vari Michele Ferrero (il più ricco d’Italia e vanta un patrimonio di 14,2 miliardi di euro) Leonardo Del Vecchio (8,6 miliardi di euro), Giorgio Armani (5,4 miliardi), Miuccia Prada (5.1 miliardi), Paolo e Gianfelice Rocca (4.5 miliardi), Silvio Berlusconi (4.4 miliardi),  Patrizia Bertelli (2,7 miliardi) Stefano Pessina (1,9 miliardi), Famiglia Benetton (1,5 miliardi) , Mario Moretti Polegato (1,3 miliardi), possano aver accumulato così tanta ricchezza senza dover pagar dazio allo stato. Se è lecito che abbiano onestamente accumulato capitali non è lecito che in un periodo di crisi loro non paghino quanto e più degli altri. Forse un lavoratore che suda tutto il giorno non ha guadagnato lecitamente il proprio salario?

Forse il piccolo artigiano o commerciante non ha guadagnato onestamente il proprio pane? Forse il pensionato non si è lecitamente meritato la pensione? Ed allora perché questi ultimi possono essere tassati e gli straricchi no? Perché la crisi la devono pagare i poveri e non la nuova casta di super ricchi? Perché Prof. Monti non prova a far quadrare i conti tassando anche e soprattutto chi ha maggiori risorse? Perché insistere, in maniera sadica ed esasperando gli animi e le tensioni, sul taglio dello Stato sociale, sul taglio dei diritti dei lavoratori, sul taglio delle pensioni, sull’aumento delle accise sui carburanti, sull’aumento dell’Iva, sull’introduzione della tassa sulla prima casa ecc…? Perché Prof. Monti insiste in questo massacro?

Lei dice di essere un uomo di Stato, ma un uomo di Stato dovrebbe avere a cuore le sorti del suo paese e guidarlo con giustizia ed equità e francamente, mi permetta, non mi pare stia cogliendo la gravità del momento. Il problema dell’Italia non è solo lo spread, i mercati finanziari o gli investitori esteri. Il vero problema è la povertà che avanza e il conflitto sociale che sta per esplodere. Prof. Monti, ma non vede che la tensione sociale è alle stelle e che, nonostante abbia l’appoggio del Quirinale, di una maggioranza parlamentare trasversale e di tutte le Tv, l’Italia sta esplodendo? Perché insiste in maniera cinica a tartassare i soliti e lasciare intatti i grandi capitali? Perché?

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: